Mozilla nel 2012

Mozilla presenta un’infografica che riassume tutti i successi del 2012, un anno importante per la Fondazione, in cui si è dedicata appieno a mobilitare il mondo del Web:

  • sul fronte desktop Mozilla ha elaborato nuovi strumenti per gli sviluppatori web, i suoi componenti aggiuntivi hanno superato i 3 miliardi di download e il numero di lingue supportate è salito a 89, rendendo Firefox notevolmente migliore rispetto alle versioni di un anno fa.
  • per il mobile Mozilla ha ascoltato i pareri degli utenti, per aumentare le prestazioni di  Firefox per Android e ha reso il Web moderno accessibile a 15.000.000 di telefoni in più, fornendo un browser HTML5 aperto anche ai telefoni che non accedono alle moderne tecnologie web (cioè quelli con processore ARMv6). Inoltre, Mozilla ha gettato le basi per Firefox OS, e ora, insieme ai suoi partner, sta costruendo il primo dispositivo mobile open Web al mondo. Quasi 30 nuove Web API dimostrano già la potenza delle applicazioni mobili sull’open Web.
  • come da mission infine, Mozilla ha rafforzato l’impegno a sensibilizzare l’utente per difenderne la sovranità:

- più del 19% degli utilizzatori di Firefox per Android, e l’8% degli utenti desktop hanno scelto di abilitare Do Not Track, dimostrando al mondo che c’è un reale desiderio di libertà di scelta per quanto riguarda la privacy sul web.

- il blackout indetto da Mozilla contro la normativa SOPA, discussa a gennaio negli Stati Uniti, ha raggiunto oltre 30 milioni di persone e la Fondazione fa sapere di trattare quotidianamente con norme, gruppi normativi e legislativi per rappresentare le esigenze degli utenti e i valori di Mozilla.

Contemporaneamente la Fondazione si è impegnata nella mobilitazione su progetti come Webmaker, per fornire agli utenti i mezzi per creare il Web in modo autonomo, attirando migliaia di partecipanti in oltre 80 nazioni.

Il percorso per il 2013 si prospetta tanto chiaro quanto impegnativo: i browser dovranno maturare e migliorare ancora, per evolversi insieme agli utenti, con caratteristiche come la social API e l’integrazione con Facebook Messenger, che ampliano il concetto di ciò che un browser può essere. Per Firefox OS il prossimo anno sarà la volta in cui il mondo potrà toccare con mano il primo vero dispositivo mobile alimentato unicamente dalla potenza del Web. Per fare tutto questo Mozilla dovrà continuare a mobilitare sviluppatori, ingegneri, studenti, artisti, imprenditori, per proseguire nella costruzione di un mondo Web potente, aperto e trasparente.