Firefox più veloce e migliore che mai

Con e10s la nuova versione di Firefox raggiunge l’equilibrio perfetto tra velocità e memoria

Nel team di sviluppo di Firefox, una cosa che ci sentiamo ripetere spesso è quanto gli utenti facciano affidamento sul Web per attività complesse come organizzare un viaggio o confrontare i prezzi dei loro acquisti. Queste attività spesso richiedono di tenere più schede aperte. Inoltre i siti web e le applicazioni aperti in quelle schede hanno in esecuzione svariati contenuti: animazioni, video, immagini in alta risoluzione ecc. I siti complessi si confermano sempre più come la regola, non l’eccezione. In media un sito recente pesa quasi 2,5 megabyte… la stessa dimensione del primo gioco della serie Doom, secondo le fonti di Wired. Fino alla precedente versione di Firefox, aprire un sito complesso in una scheda causava un rallentamento sulle altre pagine aperte, risultando in un’esperienza di navigazione non esattamente ottimale.

Per rendere Firefox capace di caricare più velocemente anche i siti complessi, abbiamo apportato modifiche in modo da consentire l’utilizzo di processi multipli. In parole povere? Le versioni precedenti di Firefox utilizzavano un unico processo per gestire tutte le schede aperte nel browser. I browser moderni invece dividono il carico in più processi tra loro indipendenti. Abbiamo battezzato questo progetto di scissione di Firefox in più processi Electrolysis (“elettrolisi”, abbreviato e10s), ispirandoci alla reazione chimica che scinde l’acqua nei suoi elementi costituenti. e10s rappresenta la più grande rivoluzione nel codice dagli albori di Firefox. Oggi siamo fieri di aprire la prossima importante fase dell’iniziativa e10s.

Firefox ancora più veloce con 4 processi per i contenuti

A partire da oggi Firefox potrà utilizzare fino a 4 processi per caricare i contenuti web all’interno delle schede aperte. Questa innovazione riduce notevolmente l’impatto di un sito complesso su velocità e reattività delle altre schede aperte. Suddividendo il carico delle schede in più processi, le risorse hardware del dispositivo vengono utilizzate in modo più efficiente e Firefox è in grado di fornirti di più con meno tempi di attesa.

Navigando costantemente con il multiprocesso attivato nella versione beta di Firefox (Nightly), si possono constatare i notevoli miglioramenti delle prestazioni. Oltre alla velocità di caricamento e a una riduzione negli arresti anomali, e10s migliora la fluidità di navigazione dei siti. Anche le pagine con aggiornamenti più frequenti, come quella dei feed di Facebook, scorrono in modo fluido e impeccabile. Una volta passati a Firefox e10s, non vorrete più tornare indietro.

Firefox 54 con e10s migliora l’esperienza di navigazione su tutti i computer, specialmente su quelli con meno memoria. L’obiettivo di Firefox è trovare l’equilibrio perfetto tra velocità e consumo di memoria. Per approfondire l’argomento dell’architettura multiprocesso utilizzata in Firefox, oltre che delle differenze strutturali con Chrome, si consiglia l’articolo di Ryan Pollock’s sulla ricerca del “browser di Ricciolidoro”.

Multiprocesso senza blocchi di memoria: Firefox esce vincitore dal confronto del consumo di memoria

Nei test per confrontare il consumo di memoria sui vari browser, è stato riscontrato che Firefox utilizza una quantità significativamente minore di RAM rispetto ad altri browser su Windows 10, macOS e Linux (RAM è l’acronimo di Random Access Memory, ovvero la memoria dedicata alle applicazioni in esecuzione). Ciò significa che Firefox non solo permette di navigare in assoluta libertà, ma riserva perfino più spazio per eseguire contemporaneamente altre applicazioni sullo stesso computer.

Il miglior Firefox di sempre

Possiamo affermare che quella odierna sia la migliore versione di Firefox mai rilasciata, con miglioramenti apprezzabili perfino dagli utenti meno attenti. Oltre al multiprocesso, l’aggiornamento di oggi offre diverse novità, consultabili dettagliatamente nelle note di versione. Per gli sviluppatori web e gli autori di estensioni per i browser si raccomanda anche una visita al blog Mozilla Hacks per scoprire le nuovissime API Web Platform e WebExtension, incluse in questo aggiornamento.

Mentre proseguono gli sviluppi del Progetto Quantum, gli sviluppatori di Mozilla lavorano a un browser completamente rivisitato, compatibile con i moderni standard informatici. L’obiettivo è rendere Firefox il browser più veloce e fluido per dispositivi fissi e mobili. Per la fine del 2017 gli utenti assisteranno a enormi passi avanti ad opera del team di sviluppo di Firefox. Un appello agli utenti che hanno abbandonato il browser di Mozilla: dategli una seconda possibilità, vi stupirà. Grazie a tutti i nostri utenti, non vediamo l’ora di leggere le vostre impressioni.