Mozilla e i propri partner portano Firefox OS su nuove piattaforme e dispositivi

Nel 2013 Mozilla ha festeggiato 15 anni. Ed è stato anche l’anno in cui ha rilasciato Firefox OS, il primo sistema operativo per il mondo mobile ad essere totalmente basato su tecnologie Web.

Con l’inizio del nuovo anno, Jay Sullivan, Chief Operating Officer di Mozilla, vuole condividere, in un blog post, alcune riflessioni sullo status di Firefox OS, oggi disponibile in 14 paesi in tutto il mondo su 3 diversi dispositivi, e offrire una panoramica sulle prossime novità che riguarderanno il sistema operativo nel 2014, tra cui la disponibilità in nuovi mercati, mantenendo il focus sui mercati emergenti e i first-time smartphone user, e su nuovi dispositivi e formati.

Come si legge nel blog post: “Uno dei vantaggi di Firefox OS, essendo un progetto open source è che ogni individuo o organizzazione può estendere e adattare la piattaforma per diversi tipi di hardware. Nel 2014, ci aspettiamo di vedere Firefox OS distribuito in modi nuovi” – “Sempre più dispositivi stanno diventando Internet-enabled: si stima che nel 2020 ci saranno 30 miliardi dispositivi connessi in ​​modalità wireless, tre volte di più rispetto a oggi. Così come Internet sarà presente al nostro polso, in auto e sul televisore, Mozilla vorrebbe vedere i principi dell’open Web farsi strada anche in questi ambiti. Quindi è emozionante assistere all’annuncio di Panasonic di questa settimana con cui ha comunicato l’intenzione di implementare Firefox OS sulle TV”.

Come anticipato nel blog post di Jay Sullivan, Mozilla è lieta di annunciare, in occasione del CES, alcune importanti novità circa l’espansione dell’ecosistema Firefox OS:

  • Panasonic: Smart TV di nuova generazione con Firefox OS
  • ZTE: espande la linea di prodotti di Firefox OS
  • Firefox OS: Nuovo Contribution Program
  • VIA: disponibilità di APC Paper e Rock con Fireofox OS

Per approfondimenti si rimanda al blog di Mozilla ed il post di Jay Sullivan.