Firefox migliora ancora! Tra le novità della nuova versione il supporto alla realtà virtuale e prestazioni al top.

La direzione dello sviluppo di Firefox dovrebbe ormai essere chiara ai più: stiamo lavorando a testa bassa per migliorare Firefox e renderlo più veloce che mai. Da oggi è disponibile una nuova versione, la migliore di sempre, che introduce entusiasmanti e avanzate tecnologie per gli sviluppatori e, allo stesso tempo, migliora sensibilmente la navigazione quotidiana degli utenti.

Ecco alcune delle novità introdotte in questa versione.

Tecnologia WebVR, una nuova dimensione per il World Wide Web

A partire dalle solide basi gettate con la tecnologia multiprocesso nelle precedenti versioni, adesso siamo pronti per introdurre una nuova svolta nell’esperienza web. Firefox per sistemi Windows sarà il primo browser a offrire a tutti gli utenti la possibilità di sfruttare la tecnologia WebVR, garantendo accesso a nuova generazione di intrattenimento online attraverso la realtà virtuale.

La tecnologia WebVR consente a sviluppatori e artisti di realizzare nuovi contenuti web basati sulla realtà virtuale che potranno essere fruiti direttamente in Firefox. In questo modo, che tu disponga di un visore Oculus Rift o HTC Vive, o stia ancora meditando se abbracciare la nuova tecnologia della realtà virtuale, grazie a Firefox sarà possibile accedervi più velocemente. Non appena si troverà un gioco o un’app che supporti la realtà virtuale, basterà indossare il visore e fare clic sull’icona degli occhiali della realtà virtuale presenti sulla pagina. Sarà possibile navigare e interagire con la realtà virtuale grazie ai controlli manuali e ai movimenti nello spazio reale.

Per tutti coloro che si sentono pronti per provare la realtà virtuale con Firefox, una crescente comunità di sviluppatori sta già realizzando contenuti che sfruttano la tecnologia WebVR. Per trovare alcune interessanti esperienze di realtà virtuale che ci sentiamo di consigliare, è possibile visitare il sito vr.mozilla.org. La maggior parte di questi contenuti è realizzata con A-Frame, un framework per la produzione di contenuti WebVR specificatamente realizzato da Mozilla. Uno dei nostri preferiti è A Painter, un’applicazione per disegnare con la realtà virtuale. Niente di tutto ciò sarebbe stato possibile senza il duro lavoro svolto dal team Mozilla VR, che ha collaborato con partner nell’ambito dei dispositivi di realtà virtuale, con altri produttori di browser e con la comunità degli sviluppatori web per definire e far adottare lo standard WebVR. Per ulteriori informazioni sulla storia e sulle potenzialità della tecnologia WebVR, è possibile leggere l’articolo di Sean White pubblicato sulla piattaforma Medium.

Pannello prestazioni: ottimizzare le prestazioni del browser

La nuova architettura multiprocesso di Firefox consente di gestire facilmente siti molto complessi, soprattutto quando ci sono molte schede aperte con questo tipo di siti. Le impostazioni predefinite dovrebbero consentire le migliori prestazioni sulla maggior parte dei sistemi ma, per coloro che amano sperimentare, da questa versione è possibile aumentare o diminuire il numero di processi attivi. Queste impostazioni si trovano nella parte inferiore della sezione Generale nelle Opzioni, e sono accessibili togliendo la spunta alla casella Utilizza le impostazioni predefinite.

Suggerimento: se il computer dispone di molta memoria RAM (ad es. più di 8 GB), è possibile aumentare il numero di processi utilizzati (quattro per impostazione predefinita). Questo renderà Firefox ancor più veloce, anche se l’utilizzo di memoria sarà superiore a quello che si avrebbe utilizzando solo quattro processi. Nonostante questo, dai test effettuati su Windows 10, Firefox utilizza meno memoria di Chrome anche con otto processi attivi per i contenuti.

Avvio più veloce quando si ripristina una sessione

Nell’ambito del progetto Quantum Flow per migliorare le prestazioni di Firefox, sono stati notevolmente ridotti i tempi di avvio, soprattutto per quanto riguarda il ripristino delle schede di una sessione precedente. Quanto è più veloce il nuovo Firefox? Un mozilliano, Dietrich Ayala, ha effettuato un interessante esperimento in cui ha messo a confronto i tempi di avvio di diverse versioni di Firefox con un numero incredibile di schede aperte, ben 1691. Il risultato di questo esperimento? Mentre su alcune vecchie versioni i tempi erano vicini agli 8 minuti, nell’ultima versione si riducono a soli 15 secondi.

Versione Windows a 64-bit più stabile e veloce

Tutti coloro che stanno utilizzando un sistema Windows a 64-bit (visitare questa pagina per conoscere come ottenere questa informazione), potrebbero essere interessati a riscaricare e reinstallare Firefox. Questo perché, effettuando il download di una nuova versione di Firefox da un sistema Windows a 64-bit, verrà scaricata automaticamente la versione di Firefox a 64-bit, meno soggetta a consumi eccessivi di memoria e ad arresti anomali. Nei test effettuati finora, la versione a 64-bit di Firefox riduce del 39% gli arresti anomali su macchine con 4 GB di memoria RAM.

Per tutti coloro che non volessero effettuare manualmente l’aggiornamento, niente paura. Nella prossima versione di Firefox abbiamo in programma di effettuare automaticamente la migrazione alla versione a 64-bit sui sistemi Windows che utilizzano questa architettura.

Un modo più veloce di cercare

Siamo tutti alla continua ricerca di qualcosa. Può trattarsi di informazioni disponibili su Wikipedia, oppure di un prodotto che si spera di trovare su Amazon, o un video su YouTube.

Con questa nuova versione di Firefox è possibile utilizzare velocemente più motori di ricerca, direttamente dalla barra degli indirizzi. Sarà sufficiente digitare i termini di ricerca e fare clic sul motore di ricerca che si vuole utilizzare.

Et voilà, tutto è pronto per cercare subito col motore di ricerca preferito: Yahoo, Google, Bing, Amazon, DuckDuckGo, Twitter o Wikipedia. Nelle impostazioni è possibile personalizzare l’elenco dei motori di ricerca tra cui scegliere.

Non è finita qui…

Ecco altri miglioramenti presenti in questa versione:

  • Per riprodurre i contenuti Flash presenti nelle pagine è necessario fare clic e autorizzarne la riproduzione. Questo riduce il consumo della batteria, migliora sicurezza e stabilità e rappresenta un passo verso un futuro in cui Flash non sarà più disponibile.
  • È possibile spostare la barra laterale nella parte destra della finestra di Firefox.
  • Firefox per Android ora è disponibile anche in greco e laotiano.
  • Possibilità di stampare una versione semplificata della pagina direttamente dalla finestra Anteprima di stampa.

Come sempre, è possibile consultare un elenco completo delle novità nelle note di versione e gli sviluppatori possono visitare il sito Mozilla Hacks per tutte le novità riguardanti lo sviluppo.

Continueremo a migliorare Firefox e molte altre novità sono alle porte.